Nazionali FGI - Silver, cat. “Eccellenza” 1^ e 2^ Divisione
27 giugno 2017 
Siamo entrati in una vera e propria “kermesse”, fatta di alcune migliaia di partecipanti in questo primo turno di gare, inventate quest’anno dalla FGI, per le tre sezioni della Federazione, maschile, femminile, e ritmica. Le due giornate di apertura di questa Edizione 2017 si sono svolte presso il grandioso Centro Fiera di Rimini, allestito per l’occasione in 4 giganteschi padiglioni per le varie sezioni, che svolgevano le attività in contemporanea. Qualche disguido e molti disagi soprattutto all’inizio erano d’obbligo, ma..la voglia di fare e di emergere dei nostri partecipanti ha fatto superare le difficoltà. Il sestetto dei bresciani era composto, per la Divisione “Eccellenza” da Andrea Filotti, 17 anni, poi per la 1^ Divisione, cat. Sr il 22enne Matteo Leoni, cat. Jr-2 Alberto Gennari, 18 a., cat. A3 Federico Gabriotti (14 anni); in seconda Divisione i più giovani del gruppo, Luca Massetti, 12 a., e Michele Rizzo, 11 a.
Subito entrava in gara al mattino di venerdì 23 Andrea Filotti, che portava in gara 4 attrezzi: anelli, volteggio, parallele, e corpo libero. Subito si metteva in luce in tutte e 4 le specialità dell’Eccellenza, che comporta anche per il suo appellativo, delle difficoltà maggiori. Infatti l’emergente ginnasta si qualificava per la finale del giorno dopo in tutte e 4 le specialità agli attrezzi. E arrivava per lui il riconoscimento sperato: dopo un bel 6° posto a parallele (p.11.00), ecco il bronzo sperato al suo attrezzo preferito, gli anelli! (p.10.90)
Ma la mattinata era appena iniziata: era la volta degli allievi della 1^ Divisione, presente per la Forza e Costanza Federico Gabriotti: buone le sue prove ad alcuni degli attrezzi, volteggio e parallele per i quali si qualificava alle finali, mentre a sbarra e al fungo si faceva tradire dall’emozione con qualche errore. In finale era buon 12° al volteggio (p. 12,80) e 17° sui 39 concorrenti alle parallele (p. 13.30). 
Nel pomeriggio ecco i due più giovani, della 2^ Divisione, Luca Massetti e Michele Rizzo: entrambi con buone prove si qualificavano per la finale del giorno seguente, dove Michele si piazzava 18°, mentre Michele 29°. Alla finale del giorno dopo, si invertono le parti: Michele dà la sua “zampata”, e si porta addirittura a guadagnare la 13^ piazza, dimostrando una buona grinta, soprattutto a corpo libero (p.13.05) e sbarra (p.12.50); Luca, dopo un avvio davvero promettente, con ottimi risultati a corpo libero (12.75), volteggio (12.70), sbarra (12.50), è tradito anche lui dall’emozione, e nel movimento dell’”impennata” qualcosa non funziona, a un certo punto si blocca, e così deve interrompere l’esercizio. Peccato..
Ecco subito dopo il ginnasta Jr Alberto Gennari faceva il suo ingresso in campo; iniziava al volteggio, con buone esecuzioni, e continuava regolare e determinato agli altri attrezzi, parallele, sbarra, corpo libero, e concludeva al cavallo con maniglie. Molto buona la sua performance, che lo qualificava alla finale: dove giungeva il riconoscimento, con due 7° posti a parallele e sbarra, e un bellissimo 2° posto alla sbarra.
Seguiva al termine il Senior Matteo Leoni, assente dalle gare da alcuni anni; ma subito si metteva in luce con brillanti prove a tutti gli attrezzi, soprattutto corpo libero e sbarra, qualificandosi lui pure per la finale. E proprio in finale strabiliava il pubblico, tirando fuori le sue potenzialità: era 4° al volteggio, 2° parallele e 2° alla sbarra, e soprattutto 1° al corpo libero, guadagnandosi il titolo di campione italiano!


di Guglielmo